IL PROGETTO

Fondato sul rispetto del principio fondamentale dell’integrazione socio-economica, il progetto COMPASS sostiene lo sviluppo regionale delle zone transfrontaliere tra Tunisia e Sicilia. Esso è portatore di una strategia che garantisce la complementarità e il coordinamento delle attività di sostegno al tessuto economico dei due territori al fine di evitare la frammentazione degli interventi e rafforzare l’impatto economico delle filiere produttive dei territori partner.
In Tunisia, il progetto copre il territorio di otto Governatorati : Ariana, Béja, Ben Arous, Bizerte, Jendouba, Manouba, Nabeul e Tunisi. In Sicilia, il territorio interessato è la Provincia di Ragusa – con particolare riferimento ai Comuni di Ispica, Modica, Pozzallo e Scicli.
L’obbiettivo generale di COMPASS consiste nella creazione e specializzazione di una rete euro-mediterranea per assistere ed accompagnare i processi d’integrazione delle filiere produttive tra Sicilia e Tunisia, in un ambito rafforzato di cooperazione economica.
Le attività di COMPASS si concentrano verso gli operatori dell’agricoltura, dell’agroalimentare, della pesca, del turismo e dei servizi collegati, in quanto settori trainanti nell’economia dell’ambito territoriale dell’intervento.
In seguito alla creazione di una rete tra attori territoriali – che elaborerà una Carta dei Servizi – un lavoro di assistenza ed accompagnamento verrà fatto presso gli operatori economici che aderiranno a COMPASS. Come passo successivo, un gruppo di questi imprenditori e di nuovi promotori siciliani e tunisini sarà selezionato per mettere in pratica e verificare l’effettività dell’approccio d’assistenza definito dal progetto.
Le attività di sostegno e di accompagnamento si concretizzeranno nell’organizzazione d’iniziative di promozione del partenariato economico tuniso-siciliano, allo scopo di avviare iniziative produttive e commerciali per rafforzare ed integrare le filiere di produzione in una prospettiva di sviluppo transfrontaliero.

 

 

 

top